Seele, il trono dell’anima


In Neon Genesis Evangelion tutto ruota attorno alle decisioni di una sola organizzazione. Tutti gli eventi sono manovrati sistematicamente, al fine di raggiungere un solo scopo. Tutto quel che avviene all’interno del mondo di questa serie è interamente opera di un gruppo di quindici persone.

La Seele.

Non si conoscono le orgini dei questa organizzazione, ma dalle Classified Information del gioco Neon Genesis Evangelion 2 (fonte di innumerevoli informazioni, ma sempre da prendere con le pinze) apprendiamo che questo organo nasce nel Medioevo come movimento esoterico religioso. Mantengono la propria identità segreta, mascherando la propria organizzazione usando le Nazioni Unite, ente sotto il loro diretto controllo.

Sono un totale di quindici persone, di cui però viene mostrata l’identità di soli cinque elementi, mentre si conoscono nome e cognome solo del capo: Lorenz Keel.
I 5 elementi conosciuti rappresentano rispettivamente la propria nazione, ossia:

  • Bianco: Lorenz Keel, Germania
  • Verde: sconosciuto, Stati Uniti
  • Rosso: sconosciuto, Regno Unito
  • Giallo: sconosciuto, Francia
  • Azzurro: sconosciuto, Russia.
seele

I “capotavola” sono entrambi segnati in bianco, ma come saprete, quello in alto è Lorenz Keel e quello in basso Gendo Ikari.

Durante il corso della serie, la Seele viene anche soprannominata “Comitato per il Perfezionamento dell’Uomo”, per via del loro progetto. L’interpretazione del Progetto per il Perfezionamento della Seele vede il decadimento dell’AT-Field di tutta l’umanità e l’avvenire di un Third Impact, fondamentalmente uno sterminio di massa in cui le anime umane si racchiudono in un infinito mare di LCL. Tuttavia per il compimento di questo progetto è necessario un Eva, lo 01, l’unico Eva costruito con materiale genetico proveniente da Lilith.

Ed è qui che entra in gioco un brillante ingegnere genetico, Yui Ikari. Dalle Classified Information apprendiamo che Yui è figlia di un esponente della Seele, quindi è giusto pensare che tra i 15 membri del consiglio ci sia un esponente giapponese.
Yui Ikari si laurea presso la facoltà di Biotecnologia di Kyoto, ove insegna nientemeno che Kozo Fuyutsuki.
Nelle Classified Information viene inoltre menzionato che Yui è a conoscenza dei piani della Seele e proprio per questo motivo, viene avvicinata da Gendo Rokobungi. Non è chiaro come Gendo sia riuscito a scoprire la Seele né tantomeno come sia riuscito a scoprire che Yui vi fosse collegata, ma quel che inizialmente è un avvicinamento d’interesse si trasforma nel più grande amore per Gendo. Alcuni hanno ipotizzato che Rokobungi (o Ikari) facesse parte di un organo nazionale di spionaggio e che attraverso esso, sia riuscito a scoprire la Seele ed i suoi piani.

Ma cosa è davvero la Seele?

Essendo un organo dedito al controllo istituzionale globale, viene considerato come una organizzazione al pari di quella degli Illuminati. Tuttavia, personalmente, non credo sia un paragone del tutto esatto. Quella degli Illuminati infatti è (sarebbe, non è certa la loro esistenza) una organizzazione che si prepone il fine di costituire un vero e proprio Nuovo Ordine Mondiale, cosa che non ha nulla a che vedere con la Seele. La Seele, di fatto, si presenterebbe piuttosto come una istituzione religiosa segreta, quasi una massoneria. Sono dediti al rispetto di un testo sacro (Pergamene del Mar Morto), ai suoi dogmi (i passaggi necessari al raggiungimento del Progetto) e ad un Dio (Adam). Il loro atteggiamento e le loro parole (in particolar modo di Keel) esprimono particolare disprezzo per Lilith, riferendosi ad essa/o come il “Falso Dio”, questo perchè col suo arrivo interruppe Adam nella creazione della sua stirpe (gli Angeli). Dunque il parallelismo religioso porta la Seele ad assumere il profilo di una setta simil religiosa, piuttosto che quella di un organo illuminato.

Il progetto della Seele inoltre mira alla crezione di un Dio vero e proprio, lo 01, una testimonianza dell’esistenza dell’umanità. Questa è una evoluzione forzata, imprevista, non necessaria per la sopravvivenza del genere umano, ed ecco che andiamo incontro ad un altro concetto, quello del Transumanesimo.

Il Transumanesimo è un movimento culturale che propone e sostiene l’uso di tecnologie e scoperte scientifiche al fine di migliorare le condizioni di vita degli esseri umani, evadendo così la possibilità di contrarre condizioni a noi avverse come la vecchiaia o le malattie, e al fine di supportarci nell’eventualità di una condizione post umana. Per analizzare la Seele è fondamentale sottolineare il concetto di “condizione post umana” proprio perchè la Seele mira a questo, al trascendere il concetto stesso di umanità, di collettività, eliminando i canoni stessi che impongono l’esistenza del soggetto come individuo.


Per comprendere appieno il Transumanesimo è importante analizzare le parole di chi ha sostenuto questo movimento in prima persona, ovvero Fereidoun M.Esfandiary. Fereidoun fu un filosofo, un futurista ed un professore iraniano, figlio di un diplomatico delle stesse origini e Commissario per la conciliazione della Palestina per le Nazioni Unite. Forte del proprio credo transumanista, Fereidoun cambiò il proprio nome in FM-2030 per due motivi pincipali:buon auspicio, ossia la speranza di giungiere al proprio centenario, e liberarsi delle convenzioni sociali e del peso che queste portano con sé. Le sue parole in merito furono queste

I nomi convenzionali definiscono una persona del passato: ascendenza, origine etnica, nazionalità, religione. Io non sono colui che è stato dieci anni fa e non lo sarò certo fra venti anni. […] Il nome 2030 rispecchia la mia convinzione che gli anni intorno al 2030 saranno un momento magico. Nel 2030 saremo senza età e tutti avranno una buona possibilità di vivere per sempre. 2030 è un sogno e un obiettivo.

Fereidoun M. Esfandiary

Non solo alcune sue previsioni si rivelarono quasi profetiche, ma fu anche il primo uomo a morire a disporre della tecnologia di Vetrificazione Crionica, ossia un sistema di mantenimento post mortem che viene adoperato dopo la morte legale di una persona, sviluppato dalla Alcor.

Di fatto, è questo che avviene durante il Progetto per il Perfezionamento dell’Uomo (ricordate Shinji che non riesce ad identificare sé stesso?), annullamento dei canoni e annullamento del soggetto inteso come tale dalle convenzioni.

Ma non è solo attraverso concetti e parallelismi che possiamo giungere alla conclusione che la Seele sia una organizzazione transumanistica. Infatti proprio in End of Evangelion assistiamo  a qualcosa di molto interessante durante il decadimento degli AT-Field, ossia alla vera forma di Lorenz Keel.

Forse ricorderete la scena se ve la pongo così:

keels_remains

E se la ponessi invece in questa maniera?

true

Questo disegno prepatatorio m-e-r-a-v-i-g-l-i-o-s-o ci arriva dai Groundwork of Evangelion e rappresenta la “morte” di Lorenz Keel in The End of Evangelion. Come ricorderete e/o come vi ricordiamo/mostriamo, la forma è tutt’altra che umana. Non ci è dato sapere e non ci è stato mostrato se anche gli altri elementi della Seele avessero abbandonato la propria forma naturale divenendo dei cyborg, ma questo è un elemento fondamentale per analizzare quantomeno Keel. Nella serie, precisamente nell’episodio 21 (versione Director’s Cut), ci viene mostrato Lorenz Keel nell’anno 2000 quindi, grazie ai Groundwork, vi porto dinanzi alla trasformazione cui va incontro in 15 anni di tempo (2000-2015).

true2

Indubbio che la vecchiaia (purtroppo) porti con sé il cambiamento della morfologia, ma notiamo alcune cose abbastanza evidenti. Se dapprima la fisicità di Keel era quella di un normalissimo uomo sulla cinquantina, nel 2015 è quella di una armadio a 2 ante, inoltre anche nei Groundwork viene sempre e solo mostrato con gli occhiali, per poi passare ad una sorta di visore (?).

Seven eyed God

Nonostante la Seele venga ricordata per svariate simbologie grafiche, ce n’è una particolarmente amata e ricordata, ossia quella presente sul volto di Lilith. Nonostante molte volte siano state smontate le varie ipotesi riguardanti il parallelismo tra Neon Genesis Evangelion e le religioni (ed il relativi esoterismi), questo simbolo nasce proprio dalla religione cristiana, e non è nemmeno tanto conosciuto. Si tratta della rappresentazione dei 7 Spiriti di Dio, menzionati ben 4 volte (cercate di ricordare questa cosa, nel prossimo paragrafo potrebbe essere importante) in “Rivelazioni”, di cui una è particolarmente interessante:

E vidi stare in piedi, in mezzo al trono e alle quattro creature viventi e in mezzo agli anziani, un agnello come se fosse stato scannato, che aveva sette corna e sette occhi, i quali [occhi] significano i sette spiriti di Dio che sono stati mandati in tutta la terra.
Rivelazioni 5:6

Di questa rivelazione è interessante notare che Giovanni menziona inoltre:

Il giorno dopo vide Gesù che veniva verso di lui, e disse: “Ecco l’Agnello di Dio che toglie il peccato del mondo!
Giovanni 1:29

Non vi ricorda per caso una situazione particolare? 

Insomma, chi vuol vedere veda, ma è una speculazione dannatamente interessante.
Il simbolismo inoltre è molto rafforzato dal fatto che nell’Antico Testamento, la divinità Yahweh venga descritta con sette occhi.

Analisi di un monolito

Quello che sicuramente porta più ricordi nominando la Seele, è la loro forma monolitica. Solitamente si tende ad affiancare questa forma come ad un riferimento a 2001: Odissea nello spazio, in cui viene proprio mostrato un monolito completamente nero per ben 4 volte. Dopo aver visto questo film svariate volte, in cui il silenzio e lo shock visivo fanno da padroni, e dopo aver assistito per svariate volte alle circostanze in cui appare questo elemento, son giunto a concludere/condividere l’ipotesi che rappresenti la conoscenza.

[su_spoiler title=”Spoiler”]La sua prima apparizione coincide con la nascita della intelligenza, infatti è proprio il monolito a far scoprire l’osso alla scimmia, la quale lo userà per uccidere. Notare il meraviglioso quanto inquetante messaggio: con la nascita della intelligenza, nasce la violenza. La nascita di una forma intelligente coincide col progresso e dunque con la morte, e questo significato viene rafforzato dalla Intelligenza Artificiale Hal-9000, che va contro le 3 Leggi della Robotica istituite da Asimov ed anch’essa, uccide. È un simbolo di onnipresenza ed onnipotenza[/su_spoiler]

I monoliti Seele rappresentano la conoscenza, perchè solo questa organizzazione conosce la verità dietro la nascita dell’uomo, i fatti accaduti e quale sarà il destino cui l’umanità è destinata. Al tempo stesso rappresentano l’unica forma di “antagonismo”, virgolettato volontariamente proprio perchè in Evangelion non si può attribuire una icona antagonista perchè fondamentalmente sono tutti nella ragione e tutti nel torto.

Neon Genesis Evangelion vs Rebuild of Evangelion

In Rebuild of Evangelion la Seele sembra quasi ricoprire un ruolo marginale rispetto alla serie. Va bene che bisogna adattare le apparizioni in conseguenza dei tempi, ma come spesso accade, se un neofita inizia a guardare Evangelion dai Rebuild, si può chiedere “uhm ok…cosi neri che fluttuano e parlano…e poi?”. E poi nulla, nei Rebuild sembra quasi non abbiano senso di esistere, tant’è che mi incazzai arrabbiai come una pantera quando notai la cosa.
Tuttavia, qualcosa cambia nei monoliti e non appaiono più come delle imponenti strutture nere, ma bensì presentano dei simboli sul proprio retro.

big2

Devo ringraziare Evageeks per esserci saltato fuori, ammetto che non ci avrei mai colto la cosa, e ringrazio l’utente Chuckman che mi ha dato modo di approfondire questo aspetto: quello rappresentato è il Teorema di Pitagora.
Ma che centra Pitagora in Evangelion? Ebbene centra per via della corrente di pensiero della Scuola Pitagorica, ossia che attraverso il sapere, ci si potesse liberare dal peccato dell’ignoranza, purificandosi ed avvicinandosi a Dio. Insomma, un continuo tripudio esoterismi, correnti folosofiche e parallelismi religiosi.

Esattamente, perchè come anche Gendo stesso dice disattivando i monoliti in 3.0:

  • Gendo: È giunto il momento di rivedere il patto delle Pergamene del mar Morto., sarà il nostro addio. Anche se le vostre anime hanno subito una metamorfosi, siete pur sempre il prodotto del Frutto della Conoscenza. Benchè in teoria potreste vivere un tempo interminabile, anche voi come noi, non potreste mai sfuggire alla morte. Per far evolvere il branco schiacciato dal peso della morte, in passato voi ci donaste il progresso e la civilizzazione. A nome di tutta quanta l’umanità io vi ringrazio. Con la morte, restituiamo le vostre anime al luogo cui appartengono. Del tanto anelato perfezionamento dell’uomo e del deicidio cui siete rassegnati, lasciate che mi occupi io. Non temete.
  • Seele 01 (Keel): Il nostro desiderio è già stato esaudito. Daccordo, va tutto bene così. Il perfezionamento dell’Uomo e la purificazione delle anime nella serenità è tutto ciò cui ambisco.

Come menzionato qui sopra, Gendo disattiva i monoliti e questi lasciano che lo faccia e anzi, acconsentono come nulla fosse, quindi vien logico chiedersi “Ma che cazzo?”. Seriamente, perchè la Seele dovrebbe abbandonare la visione cui erano destinati? D’altra parte nei Rebuild non sappiamo nemmeno se il Progetto per il Perfezionamento dell’Uomo segue le stesse linee della serie, ed il copione del Progetto giunge alla 27a revisione, quindi ben 10 revisioni oltre quelle della serie (che sono 17), quindi non possiamo sapere come sia previsto che vada, ma dallo scambio di parole tra Gendo e il monolito di Keel (o che si presume sia suo), non sembra che quest’ultimo sia esattamente felice del destino che lo attende.

Inoltre, è possibile assistere ad un fenomeno quantomeno particolare durante la disattivazione dei monoliti, ossia il loro cambio di forma e l’apparizione di un “disegno” su di essi.

Seeleattivo

Come potete notare, non solo i monoliti presentano un pattern “animato” ossia un continuo flusso rosso, ma una volta disattivati mostrano una rappresentazione che sembra rifarsi a quella di un cervello umano. D’altra parte cosa non è il cervello, se rappresentazione stessa del sapere? Ma non è questo l’unico cambiamento che avviene, infatti ci viene presentato un vero e proprio cambio fisico dei monoliti.

Questo

I monoliti una volta disattivati, diventano totalmente trasparenti come mostrato dall’immagine. Essendo che Fuyutsuki disattiva letteralmente l’alimentazione è lecito pensare che non fosse mai stato presente nulla dentro i monoliti e che visto che i membri della Seele non vengono mai mostrati fisicamente, questi probabilmente non hanno mai avuto una una forma fisica. Questo ci porta a considerare che i membri della Seele si siano ridotti ad una condizione di flusso puramente informatico, come se la loro stessa anima sia stata portata altrove. Di fatti lo dice Gendo stesso, “Anche se le vostre anime hanno subito una metamorfosi, siete pur sempre il prodotto del Frutto della Conoscenza“, le loro anime non sono più le stesse e non possiamo sapere in che maniera esse siano cambiate, né tantomeno perchè Gendo asserisca che loro sono il prodotto il Frutto della Conoscenza visto che, provenendo da Lilith, tutti gli esseri umani dovrebbero esserlo. È possibile che nei Rebuild la Seele abbia trasceso la propria umanità assimilando il Frutto della Conoscenza? Non è una ipotesi tanto assurda o impossibile, d’altra parte anche Gendo assorbe nel palmo della propria mano l’embrione di Adam, quindi un episodio simile sarebbe potuto ripetersi con Lilith, da parte della Seele.

Come al solito vi abbiam portato forse più domande che risposte, ma personalmente ritengo particolarmente importante sottolineare alcuni concetti ed il parallelismo tra la Seele e movimenti culturali/religiosi veramente esistenti.

L’emozione continua!

  • Non sono Giuseppe

    Ma la progenia di Lilith non dovrebbe, a priori avere in sé il Frutto della Conoscenza, come la progenia di Adam quello della Vita, mentre I Seed of Life (Fonti di Vita da noi) li possiedono entrambi?

    Che vuol dire “È possibile che nei Rebuild la Seele abbia trasceso la propria umanità assimilando il Frutto della Conoscenza?” ? A cosa si sta facendo riferimento? Che esista un Frutto della Conoscenza POTENTE mai citato nel corso dell’opera o sono solo io un povero miope? Attendo vostra risposta.

    • Attenzione, i Seed of Life sono proprio Adam e Lilith, solo la FAR possiede entrambi i frutti.
      Esattamente, l’intera progenie di Lilith possiede il Frutto della Conoscenza, proprio per questo credo sia importante sottolineare le parole di Gendo. La frase può essere parafrasata ed intesa in due modi:
      – Come l’intera stirpe di Lilith sono in possesso del Frutto;
      – Tutta l’umanità possiede il Frutto, ma perchè introdurre il fatto che le loro anime siano andate incontro ad una metamorfosi e poi sottolineare che sono il prodotto del Frutto della Conoscenza?

      Il punto discordante è una sola parola, ovvero “prodotto”, perchè per essere un prodotto bisogna nascere da qualcosa. Come abbiamo modo di sentire più volte, la Seele ripudia Lilith, quindi per loro sarebbe oltremodo offensivo ritenersi sua progenie. Quindi da qui, il motivo delle mie parole. Per essere un prodotto, la Seele (e la diretta metamorfosi delle loro anime) deve essere nato (o evoluto) da altro, come un gesto, ad esempio l’assorbimento del Frutto della Conoscenza. Non esistono altri Frutti ovviamente, ma un assorbimento diretto del materiale genetico di Lilith porterebbe di certo ad un qualche tipo di metamorfosi.

  • Complimenti, interessante come sempre!

  • Andrea

    Il riferimento alle 3 leggi della robotica applicate ad HAL-9000 non c’entra semplicemente nulla.
    Nel libro di A.C. Clarke non c’e’ alcun riferimento alle leggi della robotica e ancor meno nel film. Nel libro il primo monolite e’ trasparente, nel film e’ reso in nero. Nelle apparizioni successive Clarke lo descrive sempre come nero.

    • Ciao Andrea. Le leggi della robotica vanno applicate ad un qualsiasi essere dotato di intelligenza artificiale, a patto che non venga specificato che queste non debbano esserlo. Inoltre io ho parlato del film (in cui appunto il monolite compare solo ed unicamente nero), non ho mai menzionato il libro.

      • Andrea

        E’ una tua idea che non condivido. Si tratta di universi immaginari completamente diversi e non correlati tra loro.

      • fred Borland

        Complimenti. Tutto molto interessante.
        Ma ho un’ obiezione. Le 3 leggi dei robot (descritte da Asimov) posso anche essere modificate dal programmatore (di solito umano) o ignorate (come avviene i Terminator). Cmq bella analisi.