Il 1984 di Anno? In bancarotta….

Sta spopolando sui social network più utilizzati dal popolo del Sol Levante una piccola autobiografia pubblicata da Hideaki Anno stesso in forma manga, nell’ormai lontano 1984.

Lo stesso propone in forma più o meno ironica la vita che Anno conduceva prima del proprio successo e durante i primi ingaggi nel mondo dell’animazione, salari compresi.

È risaputo che nel mondo dell’animazione giapponese i salari medi non siano esattamente altissimi, ancor più se si parla di un periodo risalente a ben 33 anni fa.

Nonostante oggi se la passi decisamente bene, grazie sopratutto ai successi più recenti (Rebuild e Shin Godzilla), in passato non si poteva dire lo stesso.
Di seguito, grazie al fumetto di cui qui sopra presentiamo una pagina, vi elencheremo alcuni dei salari di Hideaki Anno nel corso del 1984 nonché alcune delle sue avventure…o sventure.

  • Gennaio 1984: Hideaki lavora duramente a Nausicaa nella Valle del Vento di Miyazaki, dormendo quasi tutte le notti in studio e in compagnia degli scarafaggi. Guadagno netto 150.000 Yen (1142€ circa);
  • Febbraio 1984: i lavori a Nausicaa continuano. Anno inizia a pensare che sia una rottura di palle lavarsi le calze…quindi smette di indossarne. Guadagno netto 150.000 Yen (1142€ circa);
  • Marzo 1984: il lavoro su Nausicaa ripaga, e finalmente Hideaki trova una nuova ragazza! Guadagno netto 200.000 Yen (1523€ circa);
  • Aprile 1984: Anno lascia la ragazza, niente lavoro e legge No longer human (Lo squalificato) di Osamu Danzai;
  • Maggio 1984: Anno inizia i lavori a Macross: Do you remember love?. Guadagno netto 300.000 Yen (2285€ circa);
  • Giugno 1984: Hideaki continua a lavorare al lungometraggio di Macross. Guadagno netto 150.000 Yen (1142€ circa);
  • Luglio 1984: Anno tenta la fortuna alle slot machine investendo tutto il proprio denaro, cercando di permettersi una TV a colori. Guadagno netto…nessuno;
  • Agosto 1984: Hideaki Anno torna ad Osaka, festeggia e ritorna a Tokyo, anche se troppo tardi per trovare un lavoro. Guadagno netto…nessuno;
  • Settembre 1984: Hideaki torna nuovamente ad Osaka per il matrimonio di un amico, e viaggia sulla moto prestata da Mr.M (non si sa chi sia, ma si presume Miyazaki). Guadagno netto 10.000 Yen (76€…);
  • Ottobre 1984: Anno riceve 80.000 Yen (610€ circa) per aver lavorato ad (si presume si parli di Birth, OAV del 1984 a cui lavorò come animatore). Si reca a Shinshu (abbreviazione di Shinano) con Mr.M (come prima, si presume si tratti di Miyazaki). Guadagno netto 80.000 Yen (circa, appunto, 610€);
  • November 1984: Hideaki vive in un appartamento con due amici. Gli piacerebbe avere una camera per conto suo. Inizia a lavorare a Megazone 23 (anime sci-fi realizzato da Shinji Higuchi e con OST realizzate da Shiro Sagisu). Guadagno netto: non definito.
  • Dicembre 1984: Hideaki Anno è preoccupato per il proprio futuro. Vuole ancora una TV a colori (e un kotatsu). Guadagno netto: non definito.
    Il kotatsu è il tipico tavolino giapponese sopra la quale viene riposta una pesante coperta e sulla quale, a sua volta, viene riposto un ulteriore pianale in legno. Ndr

Sommando le cifre riportate, si ottiene un guadagno netto annuale di circa 1 milione di Yen. Va detto che la conversione in € è al cambio odierno, per un totale di 7619€. Al cambio del 1984, considerando che l’Euro ancora non esisteva, utilizzeremo il dollaro, dunque 4323$.

È difficile sapere quale fosse il potere di acquisto dello Yen ai tempi e il relativo costo della vita in Giappone, ma di certo non possiamo dire che se la cavasse egregiamente.

Fortunatamente la storia ha avuto poi un lieto fine, prima con l’apertura di Gainax e la poi, con la fondazione di Studio Khara.

 

Fonte: Yaraon .