Reminiscences of Evangelion

Quante volte, ma QUANTE, ci siamo chiesti cosa ha influenzato Gainax e Anno nella realizzazione di Neon Genesis Evangelion?

Quante volte ci siamo trovati in discussione, tra appassionati di animazione, in cui venivano menzionate opere a noi sconosciute (o meno) facendo riferimento alla loro importanza, per questa serie che tanto amiamo?

Ebbene, è giunto finalmente il momento di stilare una bella lista delle opere che hanno (maggiormente) influenzato la creazione di Neon Genesis Evangelion. Serie animate, libri e anche film. Magari non tutte possono essere considerati come influenze dirette, ma vi faranno sicuramente pensare.

Come mio solito, procederò in ordine di rilascio di queste e suddividendole per tipo di media!

Dentetsu kyojin Ideon

ideon

Conosciuto in occidente come Space Runaway Ideon, è una serie del 1980 nata dal genio del maestro Yoshiyuki Tomino (già al tempo famosissimo per Mobile suit Gundam, 1979) ed è comporta di 39 episodi e 2 lungometraggi cinematografici (rilasciati nel 1982).

La serie ci porta sul pianeta Solo, dove dei coloni terrestri hanno rinvenuto degli antichissimi reperti lasciati da una avanzatissima civiltà aliena, ormai scomparsa. Questi consistono in tre (apparentemente) normalissimi mezzi pesanti e una astronave. Già nel primo episodio i coloni verranno attaccati da una civiltà extraterrestre chiamata Buff Clan, dando il via ad una guerra ed una caccia intergalattica. I coloni scopriranno ben presto che le tre unità corazzate rinvenute possono combinarsi nel mecha Ideon e lo useranno per farsi strada in combattimenti che hanno letteralmente fatto la storia dell'animazione giapponese.

Ovviamente, non posso spoilerare per filo e per segno la trama, perciò vi elencherò i punti in comune in maniera selettiva, nonostante l'ultimo punto sarà, per forza di cose, uno spoiler abnorme.

Sorry not sorry.

  • L'Ideon, così come l'astronave (che verrà chiamata Solo, esattamente come il pianeta) è alimentato da una fonte di energia illimitata e senziente chiamata Ide. Questa è potenzialmente capace di distruggere l'intero universo, e la sua efficenza è data dalla presenza di giovani a bordo dell'Ideon o meno, e dallo stato d'animo dei presenti. Ovviamente il parallelismo tra l'Ide e il motore S² è immediato, così come la sua efficenza nel caso di piloti giovani a bordo e in funzione dello stato d'animo di questi. Insomma, come la sincronia dei piloti con le Unità Evangelion.
  • Risveglio: esatto, anche l'Ideon è capace di risvegliarsi. Questo è in grado di entrare in una fase simil-Berserk, in cui opera in maniera completamente autonoma al fine di difendere chi è a bordo di esso, sbloccando tutto il proprio arsenale difensivo e, sopratutto, offensivo. Beh qui non c'è molto da dire, è abbastanza lampante.
  • Ideon è in grado di generare una barriera d'energia protettiva la cui efficacia dipende dallo stato d'animo di chi vi è a bordo. Anche in questo caso si parla di qualcosa di molto simile all'AT-Field, la cui efficacia varia a seconda dello stato del pilota (ricordiamo che può essere esteso volontariamente e in maniera graduale proprio dal pilota).
  • Children: esattamente come in Evangelion fa riferimento a singoli individui usando questo termine, ma nel caso di Ideon fu un errore involontario, mentre in Evangelion....

Progetto per il perfezionamento dell'Ideon

Esattamente, anche in Ideon abbiamo una sorta di Progetto per il Perfezionamento.

Il motivo per cui l'Ideon è alimentato da una energia illimitata e senziente, sta proprio in questa similitudine. Di fatti, l'Ide altro non è che la fusione della coscienza di una avanzatissima ed antichissima civiltà, raccolta in milioni di milioni di anni. L'estinta civiltà si è dunque evoluta ad uno stadio immateriale, puro, e di ego infinito. Ricorda nulla? Esattamente, il Progetto per il Perfezionamento dell'Uomo, il cui scopo è quello di unire la coscienza di tutti gli esseri umani, al fine di creare un essere di ego infinito e immortale.

Similitudine dei finali (spoiler pesante)

Io non so di quale problema in particolare soffrano Tomino e Anno, ma probabilmente è lo stesso sentore che proveremmo se lavorassimo a contatto con della clientela rompi coglioni per 24 ore su 24, 7 giorni su 7: STERMINIOOOOH.

Space Runaway Ideon termina infatti con uno sterminio di massa che cancella l'universo, dato dal giudizio dell'Ideon (e dell'Ide ovviamente) sulle bellicose razze degli umani e della Buff Clan, immeritevoli di esistere a causa dei propri crimini indiscriminati. A seguito di particolari eventi, l'universo viene ripristinato e i morti tornano in vita sotto forma spirituale, generando un flusso infinito e nelle quali tutti possono comprendersi.  Tomino è già abbastanza famoso per i suoi poco ortodosossi finali, in cui tende a far morire in massa personaggi di ogni sorta, importanti o meno, e Ideon ovviamente non è da meno. Allo stesso modo, Anno riprese questa passione per il genere umano applicandolo ad Evangelion e, ovviamente, End of Evangelion (successivamente anche nei Rebuild se ci fate caso). È infatti inutile ricordare che personaggi a noi cari vengono eliminati e che nonostante il Progetto non implichi la morte vera e propria di tutti gli esseri umani, questi vengono fisicamente sterminati dal Third Impact. Immagino abbiate colto inoltre che gli avvenimenti in Ideon sono praticamente gli stessi di Neon Genesis Evangelion e The End of Evangelion.

Inoltre sembra quasi fatto a posta (ovviamente non lo è in questo caso), ma sia Ideon che Neon Genesis Evangelion finirono praticamente allo stesso modo: nonostante Ideon sia composto di 39 episodi, questo finì in maniera abbastanza frettolosa e lasciando gli spettatori con un sentore di insipidità. Vennero dunque realizzati due lungometraggi: il primo è una specie di recap della serie animata, Dentensu kyojin Ideon Sesshoku Hen (A Contact), il secondo (Be Invoked) è invece un vero e proprio finale che viene introdotto da un veloce riassunto della serie, seguito dal conflitto finale tra gli umani e la razza del Buff Clan.

contact invoked

Fortezza superdimensionale Macross

sample-2e47a2812219b3b50c32534e7ea923f4

Macross è una serie del 1982, nata dal pioniere Shoji Kawamori nonché dallo Studio Nue. Dal 1982 in poi Macross diventa un vero e proprio franchise, seguito da un fandom enorme e divenendo punto di riferimento per gli appassionati del genere mecha e idol.

Indovinate chi lavorò come key animator in questo progetto?

Il sottoscritto. Se mi chiamassi Hideaki Anno! Esattamente, Anno lavorò a questo progetto e fu non solo una delle sue prime esperienze lavorative, ma anche quella che lo fece notare agli occhi dell'industria animata giapponese.

Idolatrazione di Macross e Anno a parte, trovo la similitudine con Macross un pochino forzata, ma gli amici di Evageeks ritengono sia molto solida anche se presente più che altro in un contesto diverso da quello di Neon Genesis Evangelion. Parlo infatti delle Informazioni Riservate contenute nel videogioco di Evangelion 2, gioco RPG rilasciato nel 2003 per PS2.

In Macross, dopo un susseguirsi di battaglie e uccisioni di personaggi a noi cari (MA CHE CAZZO DI PROBLEMA AVETE), veniamo a scoprire che sia gli umani, che i cattivi (una razza aliena dedita alla guerra chiamata Zentradi) sono stati creati dalla ormai estinta razza aliena chiamata Protocultura.

Nelle Informazioni Riservate  di Evangelion 2, scopriamo che Esseri umani, Angeli e rispettivamente Lilith e Adam,  sono stati reati proprio da una razza superiore: la Prima Razza Ancestrale (FAR: First Ancestral Race).
Nel caso vi stiate chiedendo che canonicità possa esserci dietro questi documenti, spetta voi deciderlo, ma sappiate che Hideaki Anno partecipò, seppur in maniera marginale, alla produzione di questo videogioco in qualità di supervisore. Insomma, non credo faccia mettere informazioni così tanto per.

Tra l'altro, nonostante questo parallelismo lo ritenga forzato, mi permetto di aggiungere che la vera similitudine tra le due serie la trovo nel design degli Angeli e del biomecha della Protocultura (visibile in Macross Zero). Fate vobis.

macross

Mirai Keisatsu Urashiman

Conosciuto in Italia come Ryo, un ragazzo contro un Impero (soliti nomi buttati a caso, visto che la traduzione sarebbe Urashiman il fuggiasco, ma ok), è un'opera del 1983 realizzata da Tatsunoko Production trasmessa su suolo nostrano nel 1996 su Italia 1.

In questo caso, le similitudini sono meramente estetiche, ma lo ammetterete anche voi, un gioiello. Parlo del nostro Angelo preferito, un diamante azzurro spararaggi cattivissimi e capaci di sciogliere le lastre corazzate degli Eva.

Ladies and gentleman, Ramiel.

Il nonno di Ramiel che vedete qui su, si chiama Super X, ed è un'arma dell'esercito di Necrime, cattivoni della serie. È meraviglioso notare che non solo il "modus operandi" del suo attacco sia il medesimo, ma che ben VENTITRE anni dopo, il suo modello viene ripreso in Rebuild 1.0! Infatti, il Super X è in grado di scomporsi per potersi difendere dagli attacchi nemici, e questo ci porta alla mente qualcosa.

HOW CUTE <3

HOW CUTE <3

DOV'È NADIAAAA111!!!!1!!!1!111! Continuate ben a leggere, figa!

Nausicaä della Vale del Vento 

Dire che Evangelion sia un contenitore di riferimenti a Nausicaä è dir poco. L'opera, realizzata dal maestro Hayao Miyazaki prima come manga nel 1982 e poi come film nel 1984, contiene nella versione cartacea alcuni elementi che sono stati successivamente riproposti proprio in NGE.

Il primo, collega direttamente la madre della Principessa Kushina a quella di Asuka, Kyoko. Infatti, entrambe hanno raggiunto un tale livello di lucidità mentale da non riuscire a riconoscere le proprie figlie, e scambiando una bambola per queste.

Il secondo invece riguarda i Giganti Titano (nel film Guerrieri Invincibili), arma senziente che rase al suolo il pianeta Terra durante i Sette giorni di fuoco, guerra termonucleare che annientò la civiltà umana ben 1000 anni prima dei fatti narrati. Ebbene, analizziamo i punti che accomunano Giganti ed Eva:

  • entrambi vengono realizzati con materiale genetico e sono costruiti sulla base di un esoscheletro artificiale, rendendo entrambi delle macchine di tipo biomeccanico
  • entrambi possono funzionare in maniera autonoma e, sostanzialmente, sono stati creati come a compiere un atto di giudizio nei confronti dell'umanità.
  • entrambi possiedono ali di luce

È bene ricordare che Hideaki Anno lavorò a Nausicaä come animatore per il Guerriero Invincibile nel lungometraggio di casa Ghibli, dove venne riconosciuto per le sue incredibili doti.

Fushigi no umi no Nadia

nadia-shinji

Si, sto parlando di lei, l'amore giovanile di tutti noi: Nadia. Il mistero della Pietra Azzurra è una serie del 1990, nata (come tutti noi sappiamo) da Hideaki Anno e composta da 39 episodi. Colonna sonora e chara design sono opera, rispettivamente, di Shiro Sagisu e Yoshiyuki Sadamoto.

Se volessi spiegare le similitudini tra Nadia e NGE potrei semplicemente dire: sono la stessa opera.
Cit. utente su un gruppo Facebook

Scherzi a parte, le similitudini sono quasi infinite, tant'è che davvero si farebbe quasi prima a dire quali sono le differenze. Ma siccome le cose ci piace farle bene:

  • Sadamoto ammise che lo chara design di Shinji è semplicemente basato su quello di Nadia...in versione maschile. Beh, non che ci voglia troppa fantasia per notarlo, in effetti.
  •  Uso dell'ingegneria genetica per la produzione di esseri viventi: proprio come Macross ed Evangelion, seppur in maniera differente, esiste una entità superiore (extraterrestre) che ha manipolato il DNA per dar vita ad una progenie.
  • In entrambe le opere compare il riferimento all'Albero della vita: in Nadia questo è posto al Polo Sud e si chiama Albero del Mondo, mentre in Evangelion si manifesta durante il Progetto. È "simpatico" notare che mentre in Nadia il Polo Sud è il luogo dove la vita viene generata, in Evangelion è il luogo in cui è iniziato lo sterminio di massa chiamato Second Impact.
  • Riferimenti alle Mura di Jericho in entrambe le opere
  • Tutte  le riprese avvengono seguendo la medesima tecnica (grazie, il regista è lo stesso).
  • Il personaggio di Neo è sostanzialmente un Eva (LOL a chi la capirà). Utilizza infatti un sistema di alimentazione elettrica esterna per mantenersi in vita, che ricorda in tutto e per tutto l'Umbilical Cable.
  • Nadia è fondamentalmente l'unione delle personalità di Shinji, Rei ed Asuka.
  • Adam. Esattamente, entrambe le opere hanno un Adam e in entrambe le opere sono esseri "divini".
  • La Pietra Azzurra è la versione tascabile (e non) della nostra amata Ramiel. Si, ho appena attribuito il sesso femminile a Ramiel e non mi pongo problemi a rifarlo.
  • Progetto per il Perfezionamento: in Nadia, la Pietra Azzurra contiene le anime degli Atlantidei.

Seriamente, i punti in comune sono davvero tantissimi. Se poi aggiungiamo che in Rebuild viene riprodotto il ponte di comando della Wunder a immagine somiglianza del Nautilus, che parte della OST e i glifi sono una reinterpretazione grafica di quelli che compaiono in Nadia, allora non finiamo più.

Detonator Orgun

orgunandtomoru

OAV del 1991 realizzato da Anime International Company sotto la direzione di Masami Ōbari (Bastard!, GunBuster, Viper GTS e tantissime altre opere). In questo caso, le somiglianze si possono trovare per lo più negli sketch iniziali del mecha design di Evangelion. Di fatti presentano la stessa fisionomia, tale e quale. Nonostante le similitudini riguardino più che altro il design, è giusto menzionare che il pilota dell'Orgun si sincronizza con il mecha, che altro non è che un bio-mecha senziente e di origine aliena.

Ne consiglio la visione, anche perché si trova in DVD per pochissimi spicci (letteralmente, l'ho visto in giro a qualcosa come 4,50€), se capitate in qualche fiera buttateci un occhio!

Film e libri

L'unico media da grande schermo che mi sento in dovere di discutere è 2001: Odissea nello spazio, poiché altri film cui solitamente si fa riferimento, li trovo un tantino azzardati o forzati.

2001: Odissea nello spazio

Il capolavoro di Kubrick datato 1968 è forse uno dei più palesi riferimenti nella creazione di Evangelion. Nella fattispecie, mi riferisco ai monoliti della Seele, sia a livello estetico che funzionale. Esattamente come in 2001, i monoliti sono simbolo di conoscenza, e se in 2001 sono oggetti creati da una razza superiore per trasferire in essi la propria coscienza, in Evangelion la Seele si eleva a portavoce della volontà di Lilith.
Senza contare che non si hanno informazioni sulle origini dei membri della Seele, se non che questi sono esseri bionici (End of Evangelion).

Inoltre, noto solo ora una meravigliosa coincidenza, in una inquadratura di Rebuild 1.11.

2001_odissea_nello_spazio

schermata-2016-09-21-alle-12-36-08

Non so se sia voluto o meno, ma è così perfetto da sembrare irreale.

Ultraman

7a365e1768f8b8b8c970cca66511aea0

Ultraman è una serie televisiva fantascientifica giapponese nata nel 1967 di cui il nostro caro Anno è un appassionato sfegatato, tanto da realizzarci un film homemade.
In questo caso, possiamo notare la posizione crocifissa degli Ultraman Brothers (che avviene in un particolare contesto che non voglio spoilerare) e, durante la serie, il fatto che Anno abbia tratto ispirazione per le sequenze di combattimento corpo a corpo.

In questo caso, l'influenza è più che altro presente nei Rebuild. Di fatto in 2.0 e nelle (finte) anticipazioni di 3.0, possiamo trovare alcuni riferimenti davvero "simpatici" proprio a questa serie tanto adorata da Anno.

adams ultra

Perché diavolo ci siano 4 Adams é un mistero, ma almeno sappiamo da dove derivano quei simil nuclei e quei simboli a terra!

Libri

The Beast that Shouted Love at the Heart of the World.

Forse lo ricorderete come: La bestia che gridò amore nel cuore del mondo, titolo del ventiseiesimo episodio di Evangelion.

6cfc63a742633e194de3e60f5969c1d5 216185

Due varianti della copertina del libro.

È una short story fantascientifica scritta da Harlan Ellison nel 1968, che nel 1969 valse allo scrittore il premio Hugo Award per il miglior Romanzo breve. Venne inizialmente pubblicato sulla rivista Galaxy Science Fiction nell'edizione di Giugno nel 1968, ed è importantissimo sottolineare che nella medesima rivista vennero pubblicati anche dei Romanzi brevi di Isaac Asimov.

Trama in breve

La bestia che gridò amore nel cuore del mondo è un racconto molto...come dire, particolare. Gli eventi narrati si pongono in diverse linee temporali e in diversi luoghi: prima sulla Terra, poi nello spazio e nella narrativa fa uso di concetti molto astratti.

Per non spoilerare troppo, dirò semplicemente che tutto ruota attorno alla follia che impregna non solo il nostro pianeta, ma tutto l'universo. Non per nulla il racconto inizia incentrandosi su un serial killer che commette omicidi di massa avvelenando acquedotti, piazzando bombe su aerei e sparando all'impazzata sulla folla allo stadio usando una mitragliatrice e, una volta arrestato, condannato alla pena di morte.

Per una svariata serie di motivi che non voglio spoilerare ci si ritrova in un lontano futuro, dove una spedizione terrestre scopre un nuovo pianeta sui cui è eretta una statua di 11 metri e con parvenze aliene. Il volto di questa statua riporta un'espressione beata e tranquilla. La stessa di quell'uomo giustiziato sulla Terra di cui ho raccontato pocanzi.

Successivamente, spostandosi di ulteriori anni nel futuro, un violentissimo drago a sette teste viene catturato da un alieno di nome Semph usando una tecnica da lui inventata, il "drenaggio". Proseguendo nel racconto si scoprirà che il drenaggio può essere esercitato su tutti gli organismi viventi, trasformandorli in una essenza gassosa. Una volta che questa essenza viene drenata, viene rilasciato nell'universo. Ovviamente c'è chi è contrario a questa pratica, perché l'essenza può infettare altre culture...ad esempio quella umana. Semph è contrario a questa pratica, ma la razza aliena (chiamata Concord) cui deve rendere conto non è interessata alla conseguenze. Semph viene così giustiziato per essersi opposto a questa pratica e come da prassi, l'esecuzione avviene per mezzo del drenaggio.

Come da tradizione, viene eretto un monumento in memoria di Semph.

Verso la fine del raconto, un uomo in cerca di cibo tra le rovine di una città trova una scatola e la apre, rilasciando una nube violacea nell'aria. Il giorno seguente, inizia la Quarta Guerra Mondiale.

Tralasciando il fatto che non posso spiegare per filo e per segno la trama di questo piccolo romanzo, il parallelismo con Evangelion viene inteso dai più come tale: al termine di End of Evangelion l'Unità 01 diviene l'equivalente di una statua inerme, una testimonianza dell'esistenza del genere umano e della follia che ha portato al Progetto per il Perfezionamento dell'Uomo, nonché al Third Impact (ricordiamolo, l'Impact è un evento che genera sterminio di massa).
Allo stesso modo, in La bestia che gridò amore nel cuore del mondo, la testimonianza degli individui giustiziati viene ricordata creando le sculture di cui ho raccontato.

Personalmente ritengo che possa essere abbastanza valido come punto di vista, ma capisco benissimo che chi non ha letto il romanzo avrà una visione distorta della cosa.

Purtroppo si trova solo in inglese, quindi vi lascio questo link per permettervi di leggere la versione PDF che ho trovato (io lo lessi diversi anni fa altrove): LINK

The Human Instrumentality Project

instr

Ammetto che lo sto leggendo solo in questo periodo, ma già dal titolo abbiamo capito la prima (importantissima) influenza. Purtroppo, visto che non voglio lasciare lavori a metà, sfrutterò la pagina Wikipedia di quest'opera (sorry not sorry). È parte di una raccolta di 20 romanzi brevi e 2 novelle, rilasciate a partire dal 1979.

È necessario definire il concetto di Instrumentality poiché, come possiamo notare, il termine cambia completamente da quello utilizzato nella trasposizione italiana di Evangelion. Con Instrumentality credo che il concetto migliore da afferrare sia quello di Intervento, adattandolo dunque come Progetto di Intervento sull'Umanità (inteso come genere umano). Ne consegue che per descrivere il testo, userò appunto il termine Intervento.

Nell'universo fantascientifico narrato dallo scrittore Cordwainer Smith, la società ha letteralmente negato una parte di sé stessa in seguito alla messa in funzione dell'Intervento, una sorta sistema giuridico ben lontano dall'essere perfetto, ma che agisce su scala interplanetaria e praticamente al di sopra di qualsiasi giudizio morale.

Ci troviamo dunque in un futuro ben lontano dal nostro, in cui a seguito di una guerra nucleare che ha quasi distrutto il pianeta Terra, gli uomini si sono mossi verso altri pianeti. L'Intervento viene messo in atto dai Jwindz, chiamati anche I Prescelti, uomini e donne con la cui posizione li eleva tanto da essere giuria, giudici e boia. Possono usare qualsiasi mezzo al fine di mantenere in vigore l'Intervento e la pace tra i mondi. Non vige gerarchia tra di essi, ma nel caso qualcuno di loro sbagli giudizio, le cose possono finire male. In casi estremi, un Prescelto può emanare una sentenza di morte per un suo simile. Tuttavia, emergenza o meno, c'è una regola molto semplice da rispettare, che comporta tuttavia due conseguenze rispettivamente opposte:

Nel caso un Prescelto venisse giustiziato per un futile motivo, il mandante del giudizio verrebbe inserito in una blacklist, come a rappresentare un grave disonore e verrebbe degradato a Civile.

Nel caso in cui invece questa emergenza si ritenesse valida e la condanna giusta, allora il mandante verrebbe inserito in una lista di merito, ma verrebbe comunque ricordato come colui che ha giustiziato un proprio simile.

Ci sono inoltre 2 eccezioni particolari:

Nel caso tre Prescelti si riunissero a giudizio, approvando all'unisono la sentenza di morte di un proprio simile, questi non rischierebbero alcunché.

Se il giudizio venisse approvato all'unisono da sette Prescelti, questo diverebbe inattaccabile sia dal punto di vista morale che quello giuridico.

Nonostante tutto ciò suoni assolutamente dittatoriale, è mosso dalle più giuste convinzioni. Il compito dei Prescelti è infatti quello di far sopravvivere l'umanità a qualsiasi costo. Insomma, entra in gioco il paradosso morale:

La morte di una persona, o forse cento, ha lo stesso peso di un milione di vite?

Nonostante l'Intervento non operi in maniera diretta su ogni singolo pianeta, si pone a guardia di ognuno di essi. Ad esempio, per mantenere l'ordine vieta il divulgarsi di religioni e lingue da un pianeta agli altri. Annullando le diversità, si annulla l'odio.

Proprio per questo, come premessa, dissi che la società nega sé stessa.

Non trovate una inquietante e velata similitudine con Evangelion?
Più precisamente, mi riferisco alla Seele. Quando parlo di Neon Genesis Evangelion, lo faccio evidenziando la completa assenza di un vero nemico, di un antagonista.

Solitamente si tende a pensare che Angeli e Seele siano gli interpreti di questi ruoli, ma credo sia quanto di più sbagliato si possa fare. Nonostante la Seele usi metodi (assolutamente) non ortodossi, porta gli esseri umani in un mondo privo di qualsiasi forma di odio. Niente più guerre, niente più omicidi, niente più discriminazioni in nome di religioni o superiorità razziale; il mare di LCL, è un luogo dove le coscienze degli esseri umani vivono libere da qualsiasi forma d'odio. Tale è il vero compito del Progetto del Perfezionamento dell'Uomo.

Così come per il libro, anche in Evangelion viene applicato un paradosso morale:

È giusto? È giusto vivere in un mondo fittizio, dove vige pace eterna?

Sono sicuro di aver suscitato l'interesse di molti nei confronti di questo testo, quindi a voi la lista di tutti i romanzi e, a fine lista, il link per leggerli:

Ordine di lettura

  • Instrumentality Of Mankind 01 - No, No, Not Rogov
  • Instrumentality Of Mankind 02.1 - War No 81-Q
  • Instrumentality Of Mankind 03 - Mark Elf
  • Instrumentality Of Mankind 04 - The Queen Of the Afternoon
  • Instrumentality Of Mankind 05 - Scanners Live In Vain
  • Instrumentality Of Mankind 06 - The Lady Who Sailed the Soul
  • Instrumentality Of Mankind 07 - When the People Fell
  • Instrumentality Of Mankind 08 - Think Blue, Count Two
  • Instrumentality Of Mankind 09 - The Colonel Came Back From Nothing At All
  • Instrumentality Of Mankind 10 - The Game Of Rat and Dragon
  • Instrumentality Of Mankind 11 - The Burning Of the Brain
  • Instrumentality Of Mankind 12 - From Gustible's Planet
  • Instrumentality Of Mankind 13 - Himself in Anachron
  • Instrumentality Of Mankind 13.5 - The Crime and the Glory of Commander Suzdal
  • Instrumentality Of Mankind 14 - Golden the Ship Was Oh! Oh! Oh!
  • Instrumentality Of Mankind 15 - The Dead Lady Of Clown Town
  • Instrumentality Of Mankind 16 - Under Old Earth
  • Instrumentality Of Mankind 17 - Drunkboat
  • Instrumentality Of Mankind 18 - Mother Hitton's Littul Kittons
  • Instrumentality Of Mankind 19 - Alpha Ralpha Boulevard
  • Instrumentality Of Mankind 20 - The Ballad Of Lost C'Mell
  • Instrumentality Of Mankind 21 - A Planet Named Shayol
  • Instrumentality Of Mankind 22 - Down to A Sunless Sea

Da questo link, potete scaricare i volumi e leggerli: LINK 

Ovviamente, come potrete immaginare, non ho di certo riportato tutto quello che avviene in questo mondo, quindi vi invito a seguirmi nella lettura di questi testi.

Queste erano dunque le opere che ritengo abbiano maggiormente influito nella creazione di Evangelion. Per concludere, tengo a ringraziare pubblicamente i ragazzi di Evageeks per avermi fornito il materiale su Instrumentality Of Mankind e Mirai Keisatsu Urashiman, di cui ignoravo completamente l'esistenza.

Sempre su Evageeks è presente (ovviamente) un articolo sul medesimo argomento, in cui vengono riportate ancora più opere, ma che ho deciso di non inserire poiché ritenute personalmente non così tanto influenti. Lo potete trovare qui.

 

  • Veramente, veramente interessante. Essendo nato nel 99 la maggior parte di queste citazioni non mi erano neanche minimamente passate per la testa. GG!